Determina POR C5 PAC - Stages Azienda

Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con caratteri medi Visualizza il testo con caratteri medi

Prog. : 2/ 2015
Richiedente: I.S, " Gentileschi" per POR Campania e Comunità Europea
Protocollo : 1304 del 19.2.2015
Data Atto : 19-02-2015
Data Pubblicazione: 19-02-2015
Data Scadenza: 28-02-2015


Descrizione

Bando MIUR prot. n° AOODGAI/ 11547/bis   del  08/11/2013

Programma Operativo Regionale Campania 

Obiettivo Convergenza del FSE 2007-2013

Interventi formativi per lo sviluppo delle competenze chiave –Tirocini/Stage

 (in Italia e nei paesi Europei)

Autorizzazione prot. n: AOODGEFID/9863  del 19/11/2014

COD. C-5-FSEPAC_POR_CAMPANIA-2013-196

“L’intervento professionale nella relazione d’aiuto”

 

Prot. 1304 del 19.2.2015

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

 

VISTO          il R.D 18 novembre 1923, n. 2440, concernente l’amministrazione del Patrimonio e la Contabilità Generale dello Stato ed il relativo regolamento approvato con R.D. 23maggio 1924, n. 827 e ss.mm. ii. ;

VISTA          la legge 7 agosto 1990, n. 241Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi” e ss.mm.ii.;

VISTO          il Decreto del Presidente della Repubblica 8 marzo 1999, n. 275, concernente il Regolamento recante norme in materia di autonomia delle Istituzioni Scolastiche, ai sensi della legge 15 marzo 1997, n. 59 ;

VISTA          la legge 15 marzo 1997 n. 59, concernente “Delega al Governo per il conferimento di funzioni e compiti alle regioni ed enti locali, per la riforma della Pubblica Amministrazione e per la semplificazione amministrativa";

VISTO          il Decreto Legislativo 30 marzo 2001, n. 165 recante “Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze della Amministrazioni Pubbliche” e ss.mm.ii. ;

VISTO          l’art. 125 del D.Lgs 163/2006 “Codice dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture”;

VISTO          il Regolamento di esecuzione del Codice dei Contratti Pubblici (D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207);

VISTO          il Decreto Interministeriale 1 febbraio 2001 n. 44, concernente “ Regolamento concernente le Istruzioni generali sulla gestione amministrativo-contabile delle istituzioni scolastiche";

VISTO          il Decreto Assessoriale della Regione Sicilia 31.12.2001 n. 895, concernente “Istruzioni generali sulla gestione amministrativo-contabile delle Istituzioni scolastiche funzionanti nel territorio della Regione siciliana”;

VISTO          i seguenti Regolamenti (CE) n. 539/2010 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 16 giugno 2010 che modifica il regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione, per quanto riguarda la semplificazione di taluni requisiti e talune disposizioni relative alla gestione finanziaria; n. 1080/2006 del 1080/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio del 5 luglio 2006 relativo al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale; n. 1081/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente il Fondo Sociale Europeo; n. 1083/2006 del Consiglio dell’11 luglio 2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione; n. 1828/2006 dell’8 dicembre 2006 della Commissione che stabilisce modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione;;

VISTO          il PON FESR “Ambienti per l’Apprendimento” (PON-FESR-2007 IT 16 1 PO 004), di titolarità del MIUR, approvato con Decisione n. C 3878/2007 del 7 agosto 2007;

VISTO          il PON FSE “Competenze per lo Sviluppo” (PON-FSE-2007 IT 05 1 PO 007), di titolarità del

MIUR, approvato con Decisione n. C 5483/2007 del 7 novembre 2007,

VISTE             Le “Disposizioni e Istruzioni per l’attuazione delle Iniziative cofinanziate dai Fondi Strutturali Europei 2007/2013”;

VISTA            la Circolare del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali del 2 novembre 2010, n. 2 “Tipologia dei soggetti promotori, ammissibilità delle spese e massimali di costo per le attività rendicontate a costi reali cofinanziate dal Fondo Sociale Europeo 2007/2013 nell’ambito dei Programmi Operativi Nazionali”;

VISTO            il VADEMECUM per l’ammissibilità della spesa al FSE PO 2007/2013;

VISTA            la Delibera del Consiglio d’Istituto  n.67 del 18.11.14

VISTA            la nota del MIUR prot..nAOODGEFID/9863 – 19/11/2014 di approvazione dell’intervento a valere sull’obiettivo/azionePOR CAMPANIA FSE C5 Tirocini/stage (in Italia e nei paesi europei) “Competenze per lo Sviluppo”. Piano di Azione Coesione (PAC) ed il relativo finanziamento;

VISTA            la Delibera del Consiglio d’Istituto del 19.12.2014,

VISTO            il decreto  n. 8484 del 15.12.14

RILEVATA    l’esigenza di indire, in relazione all’importo finanziario, la procedura per l’acquisizione di Servizi esclusi di cui all’art. 20,  comma 1 e 27 del D.lgs 163/2006 per n. 1 azione C5 – Tirocini/stage (in Italia e nei paesi europei)“Competenze per lo Sviluppo”. Piano di Azione Coesione (PAC) finanziato con il FSE Annualità 2014

 

DECRETA

Art. 1

Le premesse fanno parte integrante e sostanziale del presente provvedimento.

 

Art. 2

Si delibera l’avvio delle procedure di acquisizione in economia mediante invito con procedura di affidamento dei seguenti servizi esclusi (art. 20, comma 1, 27 del D.lgs. 163/06):

Gruppo 802: servizi di istruzione  secondaria per la realizzazionedi  “stage in Campania presso Cooperative sociali”.A seguito di indagini di mercato saranno consultati almeno 5 operatori economici risultati idonei alla realizzazione del servizio, individuati sulla base di indagini di mercato o tramite elenchi di operatori eventualmente predisposti dall’ istituzione scolastica quale stazione appaltante

 

Art. 3

L’importo di spesa per la realizzazione del servizio,  è di €10.650,02 (diecimilaseicentocinquanta/02)  (IVA INCLUSA).

 

Art. 4

Il servizio richiesto dovrà essere realizzato nei modi e nei tempo che saranno indicati nel contratto stipulato con l’aggiudicatario.

 

Art. 5

Il criterio di scelta del contraente è quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell’art. 83 del D.Lgs 163/2006 e successive modifiche e integrazioni, secondo i criteri stabiliti nella lettera di invito.

 

Art. 6

Ai sensi dell’art. 125 comma 2  e dell’art. 10 del D.Lgs 163/2006 e dell’art. 5 della legge 241 del 7 agosto 1990, viene nominato Responsabile del Procedimento il Dirigente Scolastico Prof.ssa Maddalena Iannone.

 

Art. 7

La procedura e ulteriori dettagli saranno forniti agli Operatori Economici nella lettera di invito, cha fa parte integrante del presente provvedimento.

 

Napoli 19.02.2015

 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

                                                                                                                      Prof.ssa Maddalena Iannone

 



Allegati

Contatti

Contatore Visite